skip to Main Content
Centro Milanese di Psicoanalisi - Società Psicoanalitica Italiana

Cortometraggio “IN MY DREAM”

Il cortometraggio “In my dream” racconta dell’infantile a partire dai sogni dei pazienti durante la pandemia da Covid-19. Questa esperienza, che ha le caratteristiche di un trauma collettivo, è stata un’occasione che non è possibile ignorare, per una riflessione sull’infantile che si presenta nudo e ferito, nei suoi aspetti perturbanti di crudezza e violenza, di bisogno primario di protezione e supporto.

Un infantile che genera inevitabilmente angoscia, ma che si apre anche sul disperato bisogno di vivere e sperare, nonostante tutto. Questi movimenti sono presentati in una dialettica costante tra interno/esterno, luce/ombra, morte/vita in cui lo spettatore è invitato ad immergersi insieme ai protagonisti.

Essi, che all’inizio sognano ognuno il proprio sogno, si incontreranno alla fine in un intreccio di voci per parlare non solo di esperienze comuni ed universali che riguardano l’infantile, ma per rendere conto dell’importanza dell’incontro con l’altro, in un periodo che ci ha confrontato tutti con il tema della solitudine.
Così hanno fatto i realizzatori di questo video, incontrandosi e condividendo le proprie esperienze durante la pandemia.
Sognando, nonostante tutto.

Le persone a cui piacerà il corto ‘In my dream’ possono votarlo per il Concorso sull’infantile dell’IPA: https://www.ipa.world/IPA/en/Awards_and_Prizes/Video_Award_2021.aspx

Back To Top