skip to Main Content
Centro Milanese di Psicoanalisi - Società Psicoanalitica Italiana

9 giugno 2018: Interpretare – parole, voci trasform/azione

Informazioni

Iscrizioni

Inviare scheda di iscrizione compilata e firmata via:
– e-mail amministrazione@cmp-spiweb.it

“Mi piace il termine interpretazione perché può anche essere usato per indicare cosa una persona pensi di un’opera d’arte o di un interprete, ad esempio dell’interpretazione di un pianista di una sonata o dell’interpretazione di un attore di un ruolo. Questo uso della
parola interpretazione enfatizza l’espressività unica e personale di ciascuno. Mi piace pensare all’interpretazione dell’analista come ad un modo creativo per dire cosa egli pensi di alcuni aspetti del paziente”

(L. Aron, 1996)

Interventi di:
Anne Alvarez, Anna Ferruta, Emanuele Ferrari, Stefano Bolognini, Massimo Bocchiola, Tim Parks, Paolo Boccara, Giuseppe Riefolo

Back To Top