Skip to main content
Un libro al centro

“La mente sensoriale e lo spettro allucinatorio” di A. M. Nicolò, G. Giustino e M. Vigna-Taglianti

By 20 Giugno 2022No Comments

LA MENTE SENSORIALE E LO SPETTRO ALLUCINATORIO
Risonanze tra psicoanalisi e neuroscienze
A cura di: Anna Maria Nicolò, Gabriella Giustino e Massimo Vigna-Taglianti
Casa editrice: FrancoAngeli
Anno: 2022

Il dialogo tra psicoanalisi e neuroscienze rappresenta la prospettiva di ricerca più avanzata nello studio della mente. Esso è però anche una sfida per la difficoltà dei due linguaggi e per la diversità dei metodi di lavoro.

Questo libro raccoglie le riflessioni di alcuni importanti neuroscienziati e psicoanalisti su questo tema e propone una riflessione accurata sull’allucinatorio e l’allucinazione, due fenomeni che è necessario differenziare perché l’uno è all’origine dell’immaginazione e il pensiero e l’altro connota una franca patologia.

Correale, DeMasiFalciFerroGallese, GiacoliniGiustino,
Imbasciati, Moccia, Nicolò, NorthoffPirrongelliSaloneSolms,
Vigna-Taglianti sono gli autori che discutono questo tema complesso.

Anna Maria Nicolò è neuropsichiatra infantile e psicoanalista con funzioni di training (SPI-IPA), è stata presidente della Società Psicoanalitica Italiana e chair del Committee del Forum dell’Adolescenza della Federazione Europea di Psicoanalisi (FEP). È direttore della rivista Interazioni e membro dell’IPA Clinical Observation Committee.

Gabriella Giustino è analista con funzioni di training (SPI e IPA). È stata segretario nazionale della SPI. Ha pubblicato lavori scientifici su riviste nazionali e internazionali ed è autrice sull’International Journal of Psychoanalysis di lavori sul sogno, sulla fantasia e sulle allucinazioni nello stato psicotico. Da alcuni anni si interessa al dialogo tra psicoanalisi e neuroscienze.

Massimo Vigna-Taglianti è neuropsichiatra infantile, membro ordinario con funzioni di training della SPI, di cui è stato il segretario scientifico nazionale; esperto SPI e IPA nella psicoanalisi di bambini e adolescenti. È docente presso il Dipartimento di Scienze Umane e Sociali della Facoltà di Psicologia dell’Università della Valle d’Aosta nell’area della neuropsichiatria. Da circa vent’anni il suo interesse teorico-clinico e le sue pubblicazioni riguardano la ricerca in psicoanalisi, l’area dei traumi pre-verbali e i fenomeni di transfert.

Per saperne di più