Skip to main content
Il fatto scelto

Presentazione del Quaderno del CMP “Psicoanalisi e Giustizia”

By 20 Giugno 2022No Comments

QUADERNO DEL CENTRO MILANESE DI PSICOANALISI
Maturità affettiva e responsabilità sociale: Riflessioni psicoanalitiche nel dialogo con la giustizia
A cura di Cristina Saottini e Noè Loiacono
2022

 

Dall’introduzione di Simonetta Bonfiglio

I testi raccolti nel volume costituiscono una chiara testimonianza dello spirito di dialogo interdisciplinare che ha caratterizzato il seminario, evidenziando i punti di convergenza e di integrazione, di “isomorfismo” (Saottini) tra etica giuridica ed etica psicoanalitica.

Le riflessioni di un magistrato e un avvocato si intrecciano con le voci e le esperienze di quattro psicoanalisti: in una dimensione corale, le diverse esperienze e competenze organizzano intorno al tema un lavoro sintonico: un testo bene integrato sia sul piano dei significati e dei parametri valutativi che su quello degli obiettivi degli interventi penali, in quel terreno delicato, in quella terra di confine che sta tra la giustizia e la valutazione psicologica del reo minore.

Il complesso concetto di responsabilità, che rimanda, in ambito giuridico, alla definizione di colpevolezza e punibilità, si colloca al centro di un ricco dibattito con radici lontane, a cui hanno partecipato nel tempo le voci di giuristi, filosofi, artisti, teologi. La psicoanalisi, come sottolinea Stefania Nicasi nell’editoriale dell’ultimo numero di Psiche (n°1/2021), dedicato proprio a questo tema, ha dato un contributo specifico nell’approfondimento, tra gli altri, dei concetti di libertà e di imputabilità, di quelli sulla visione evolutiva del senso di moralità, sulla valutazione della storia del bambino e del peso del passato insieme alla considerazione della funzione paterna.

Ritroviamo tutti questi temi, come un filo conduttore, nei vari contributi, con una rilevanza specifica in relazione al minore: giustizia e psicoanalisi condividono uno sguardo attento alle difficoltà evolutive, ai bisogni inconsci che il reato esprime e alla tutela dei diritti dell’adolescente che inciampa nel suo percorso di crescita e cade in comportamenti devianti e in condotte antisociali.

Per scaricare il quaderno CLICCA QUI